TIGER-ROCCA 2-1: BIANCAZZURRI FUORI DALLA COPPA

bel

04/09/2011

Nonostante una prova tutto cuore, il Rocca paga a caro prezzo due grosse ingenuita’ difensive e deve dire subito addio alla coppa che la stagione scorsa tante soddisfazioni ha dato. Per mister Vicario, scelte obbligate in difesa e a centrocampo. Fuori gli esterni juniores Maniaci e Di Giandomenico per infortunio e con Carbonetto a mezzo servizio, il trainer biancazzurro e’ costretto ad adattare Curasi’ sull’esterno. Dall’altra parte mister Perdicucci, rispetto a sette giorni prima, propone sulla mediana il neo acquisto Geraci. La prima occasione e’ del Rocca: al 2′ e’ Onofaro a tentare dai venti metri, il suo tiro finisce fuori. Passano sessanta secondi e la Tiger passa. Ceraolo dopo una bella discesa sulla sinistra, supera Fazio e mette in mezzo per Torre. L’ex Mazzarra’ tutto solo davanti ad Adamo non puo’ sbagliare. Al 13′ e’ ancora Onofaro a creare scompiglio: il tiro dell’esterno caprileonese e’ pero’ preda di Tindiglia. Al 15′ la Tiger raddoppia: Zingales sulla sinistra buca Fazio e s’invola in area, Giacobbe tenta di ostacolarlo ma commette fallo. Per l’arbitro e’ rigore. Dal dischetto Bontempo G. spiazza Adamo per il 2-0. Al 28′ arriva il gol del Rocca: la difesa giallonera cincischia in area e Onofaro come un avvoltoio ne approfitta rubando la sfera e depositandola in rete. Il Rocca cresce in avanti ma cio’ che raccoglie sono solo diversi calci di punizione. Il piu’ pericoloso e’ quello di Corvetta al 43′ che impegna severamente Tindiglia, costretto a deviare in angolo. Nella ripresa le due squadre combattono ma il caldo e la condizione ancora precaria fanno calare vistosamente i ritmi. Le azioni piu’ pericolose sono tutte di marca giallonera. Al 60′ e’ Monastra a provarci, Adamo pero’ da pochi passi non si lascia sorprendere. Al 75′ e all’80′ grande protagonista e’ ancora Adamo. A dispetto delle sue 38 primavere, il portierone pattese sfodera due interventi da campione su Tranchita. In entrambe le occasioni riesce a deviare la palla prima sul palo e dopo sulla traversa. Il Rocca nel secondo tempo non ha mai impensierito Tindiglia. Innumerevoli le discese sulla sinistra di Onofaro, mai sfruttate pero’ dai compagni. Da domenica prossima s’inizia a fare sul serio. Archiviata la coppa, al “Micale” di Capo d’Orlando arriva il quotato Bagheria, una delle candidate per la promozione finale.  (D.B.)

Lascia un commento

*