SOLO UN PARI CON L’EQUIPE: A PALERMO FINISCE 1-1

735467_10151322682381866_92912404_o

05/01/2013

EQUIPE COMPRENSORIO PALERMO – USD ROCCA 1-1

Prima del nuovo anno all’insegna degli errori arbitrali quella di oggi al “Fazzino” di Borgo Nuovo a Palermo. In una giornata decisamente primaverile, con entrambe le formazioni che avrebbero voluto portare a casa la vittoria, i protagonisti sono stati senza dubbio gli uomini in giacchetta nera che al fischio finale sono riusciti incredibilmente nell’impresa di farsi contestare da entrambe le tifoserie. Tutti scontenti insomma, anche se forse alla vigilia i padroni di casa avrebbero anche firmato per un pareggio contro la capolista. In casa Rocca invece, rimane sicuramente l’amaro in bocca e la consapevolezza di non aver giocato una grande gara all’altezza delle proprie possibilita’. Da segnalare anche che al seguito dei biancoazzurri c’erano i soliti instancabili ultras che si son fatti sentire per tutta la gara. Con Marandano acciaccato, Iuculano non al meglio e Zingales squalificato, mister Vicario manda in campo Adamo in porta, Curasi’, Giacobbe e Fazio in difesa, Maniaci, Margo’, Smeriglia e Truglio a centrocampo, Cocivera, Cicirello e Onofaro in avanti. I padroni di casa, dopo la mini rivoluzione decembrina, in una formazione fortemente segnata dalla linea verde, schierano dal primo minuto ben 5 juniores. La prima occasione del match e’ sui piedi di Onofaro: al 5′ l’attaccante ben servito da Truglio non inquadra lo specchio della porta. Al 9′ Margo su punizione pennella per Truglio che s’inserisce bene ma spara alto. I locali, usciti dal guscio dopo un quarto d’ora, si fanno vivi con un diagonale di Busetta al 16′ e al 25′ con un tiro dalla distanza di Lombardo, risultato centrale. La migliore occasione del primo tempo e’ sui piedi di Cicirello: al 45′, l’attaccante santagatese, ben servito da Maniaci, si presenta solo davanti a Romano ma si lascia ipnotizzare dall’estremo difensore. Nella ripresa si gioca davvero poco e le occasioni latitano. In campo al rientro dagli spogliatoi c’e’ Marandano che prende il posto di Smeriglia. L’ingresso del bomber da’ un po’ piu’ di vivacita’ in avanti ma la linea difensiva della squadra di mister Lo Verso tiene bene e i locali rischiano poco e niente. Anzi, al 57′ su una ripartenza fulminea passano addirittura in vantaggio: Lombardo Rosario elude il fuorigioco e presentatosi solo davanti a Adamo lo trafigge per l’uno a zero. In campo si vede nel finale anche Iuculano. I padroni di casa intanto perdono Di Leo per doppia ammonizione. Al 75′, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Giacobbe serve di testa Marandano che di controbalzo calcia centrale. Gli ultimi minuti sono un assalto al “Fort Apache”. All’80′ viene inspiegabilmente annullato un gol al Rocca: Iuculano dalla trequarti calcia in porta una punizione che supera tutta l’area e s’insacca alle spalle di Romano. Nell’occasione il direttore di gara convalida il gol ma il guardialinee lo annulla per un fantomatico fallo di mano di Truglio. In pieno recupero, al 95′, arriva il pareggio: fallo del portiere su Cicirello e per il sig. Pantaleo e’ rigore. Nella circostanza, i palermitani rimangono addirittura in 9 per l’espulsione di Lombardo Salvatore per proteste. Dal dischetto comunque, Iuculano e’ perfetto e fa uno a uno. Non succede piu’ niente. Si torna a casa con un punticino che permette di agganciare il sedicesimo risultato utile consecutivo ma che comunque non lascia molto spazio ai trionfalismi. L’appuntamento e’ adesso per domenica prossima quando al Micale giungera’ il Cus Palermo. (Domenico Belvedere)

Lascia un commento

*