ROCCA, È GRAN FINALE!

gruppo-ultras-canicatti-calcio (1)

10/05/2013

ROCCA DI CAPRI LEONE – Memento audere semper. Il poeta e scrittore italiano Gabriele D’Annunzio ha coniato questa frase per suggerire ai soldati italiani impegnati nella prima guerra mondiale di ricordarsi di osare sempre. Per fortuna, nessuna guerra è all’orizzonte per l’USD, almeno non in senso lato. Piuttosto, i “leoni” biancazzurri sono pronti ad una battaglia sportiva senza precedenti, una battaglia che deve essere combattuta con grande rispetto ma senza timore reverenziale sul neutro di Bagheria.

L’avversario della storia sarà il Canicattì Calcio di mister Giovanni Falsone. La compagine biancorossa si è classificata al terzo posto nel campionato di Promozione Siciliana Girone A, alle spalle delle corazzate Pro Favara e Serradifalco. Proprio i biancazzurri sono stati sconfitti 2-3 nella finale del girone che si è giocata domenica scorsa in quel di San Cataldo. Il Serradifalco, già promosso in Eccellenza, non ha opposto una strenua resistenza agli ospiti, che comunque hanno dimostrato buone capacità atletiche e fisiche, oltre ad annoverare tra le proprie fila giocatori dall’assoluto valore. In campionato gli agrigentini hanno collezionato 56 punti, frutto di 17 vittorie, 5 pareggi e 8 sconfitte, con 57 reti all’attivo e 30 marcature subite. I numeri non devono però ingannare: i biancorossi hanno rinforzato la squadra a dicembre e nel girone di ritorno hanno racimolato ben 34 punti, secondi solo al Pro Favara, vincendo otto partite su otto davanti al proprio pubblico in maniera più che convincente.

Spesso gli esseri umani hanno paura dell’incognito, dello sconosciuto, dell’arcano. Per la prima volta la formazione di mister Vicario si ritroverà di fronte una squadra di cui sa ben poco e che le cifre possono raccontare solo in parte. I ragazzi hanno sempre dimostrato, durante tutto l’arco della stagione, di saper affrontare ogni tipo di situazione al meglio e che non c’è nulla che li spaventi. Essere rispettosi e attenti è certamente giusto, ma sono i nostri avversari a dover temere un gruppo che ha visto scivolare via dalle proprie mani come un granello di sabbia un titolo che meritava. Sono i nostri avversari a dover temere una formazione che ha una delle migliori difesa di tutto il campionato di Promozione Siciliana. Sono i nostri avversari a dover temere la fame di vittoria che questa società ha da un’intera stagione. Allora non abbiate timore di ciò che non si conosce, perché noi conosciamo noi stessi e sappiamo che solo noi possiamo fermarci. Le assenze di Marandano per squalifica e di Giacobbe, Cocivera e Di Giandomenico per infortunio sono solo uno stimolo in più per dimostrare il valore dell’intera squadra, lottiamo anche per loro che con il cuore saranno sul terreno di gioco.

La sfida del “Comunale” di Bagheria sarà diretta dal signor Ismaele Morabito di Acireale, con la collaborazione degli assistenti Roberto Fraggetta e Andrea Cultrera della sezione di Catania. La finalissima valida per l’accesso in Eccellenza sarà trasmessa come sempre integralmente sulle frequenze di Radio DOC a partire dalle 16.30.

Il Canicattì Calcio ha una grande tradizione alle spalle e insegue l’Eccellenza ormai da vent’anni, dopo aver calcato palcoscenici di incredibile storia ed importanza. Il Rocca, invece, l’Eccellenza non l’ha mai vista ma con cuore, grinta e dedizione, l’intero collettivo ha dimostrato di appartenere alla Serie A del calcio regionale. Allora cosa aspettiamo? La fortuna aiuta gli audaci, ora è il momento di osare, bisogna possedere, non essere posseduti. Tutto è pronto biancazzurri, sarà gran finale. FORZA ROCCA!

(Francesco Gugliotta)

Lascia un commento

*