ONOFARO CI REGALA UNA SALVEZZA “STORICA”!

SDC17085-150x150

25/03/2012

S.AGATA – USD ROCCA 1-2

Con ben tre giornate d’anticipo rispetto alla fine del campionato, l’usd Rocca di Capri Leone dei miracoli, taglia il traguardo della salvezza e si conferma la migliore squadra di sempre (almeno nei numeri) nella storia trentennale del club biancazzurro. Per festeggiare l’importante traguardo, Venezia e compagni, accompagnati da un centinaio di tifosi, scelgono l’occasione migliore, ovvero il derby del “Fresina” contro i cugini del S.Agata. Mister Vicario, orfano di Marandano che non e’ riuscito a recuperare e Giacobbe per scelta tecnica, lancia dal primo minuto Vitanza sulla linea difensiva (rigorosamente a 3) e propone il santagatese purosangue Cannistraci al centro dell’attacco. Mister Sardo Infirri invece, privo di Naro squalificato, deve rinunciare anche a Patti, non al meglio della condizione fisica. Nemmeno il tempo di cominciare che i padroni di casa passano: al 2′ sugli sviluppi di una rimessa laterale, Travaglia spizzica di testa per Milia che appostato al limite calcia al volo, realizzando il gol della domenica. La tattica dei santagatesi sembra funzionare: pressing a centrocampo e ripartenze sugli esterni. Cosi’ con il Rocca “costretto” a non giocare, le migliori azioni nella prima mezzora le crea ancora il S.Agata: al 24′ con Milia che tenta da fuori, sfruttando un errato disimpegno di Adamo, e al 28′ con Calogero Regina che dopo essersi accentrato calcia alto. Al 32′ arriva il primo pericolo per Monastra: Mazzara dalla destra mette in mezzo per l’accorrente Cocivera che in diagonale fa la barba al palo. E’ il preludio al pareggio che arriva infatti 2′ dopo: e’ il 34′ quando Onofaro, appostato al limite dell’area, approfitta di un rinvio sbagliato da Monastra e di destro al volo insacca per il pareggio. Poco dopo, il direttore di gara Visalli e’ costretto a interrompere il gioco per qualche minuto a causa dell’infortunio subito dal difensore locale Muschio che in un contrasto batteva il capo contro il compagno Luciano Regina, rendendo necessario il trasporto in ambulanza al locale nosocomio. Nella ripresa il Rocca si limita ad aspettare nella propria meta’ campo, cercando di sfruttare qualche contropiede, mai comunque degno di nota. Al 63′ e’ Mercurio a creare un pericolo per Adamo ma il suo tiro termina a lato. I padroni di casa non riescono a sfondare la barriera umana formata da Curasi’ e Venezia e cosi’ l’unico brivido lo creano all’88′ con Calabrese che in diagonale impegna l’ottimo Adamo. Nel finale, infuocato dalle espulsioni di Milia e Adamo, a sorprendere tutti e’ l’instancabile Onofaro che imbeccato sul filo del fuorigioco da Cocivera, supera con un pallonetto delizioso l’estremo difensore locale, regalando ai suoi i tre punti e soprattutto una salvezza piu’ che meritata. (Domenico Belvedere)

Lascia un commento

*