IL ROCCA STECCA LA PRIMA: A CEFALU’ FINISCE 2-O

logo

08/09/2012

CEFALU’ CALCIO – USD ROCCA 2-0

Parte decisamente male l’avventura dell’usd Rocca di Capri Leone nel campionato di promozione 2012/2013. Al “Santa Barbara” di Cefalu’ contro la locale compagine, i ragazzi di mister Vicario giocano un gran primo tempo, cosi’ come accaduto sette giorni prima in coppa, lasciando poi spazio agli avversari, soprattutto negli ultimi venti minuti di gara. Il calo fisico dei biancazzurri e l’espulsione di Marandano dopo 10′ dal suo ingresso in campo (con tutte la sostituzioni effettuate), hanno purtroppo pesato come un macigno nell’economia della gara, consentendo cosi’ ai padroni di casa di prendere coraggio e relizzare nel finale le due reti decisive. Per quanto riguarda le formazioni iniziali, mister Vicario che  deve fare a meno di Venezia (squalificato) e Curasi’ (acciaccato) propone una linea difensiva inedita con Ingrilli’ e Fazio a far compagnia a Giacobbe, centrocampo con Hadek, Zingales, Truglio e Maniaci, Iuculano sulla trequarti a suggerire per gli attaccanti Onofaro e Di Giandomenico. Mister Minutella dall’altra parte si affida ad una squadra giovanissima con capitan Villafranca in mezzo al campo a dirigere le operazioni e il neo acquisto Curcio in panca. Al 6′ e’ subito il Rocca a creare il primo pericolo: Di Giandomenico da due passi spara addosso a Fiduccia. Al 18′ e’ Iuculano a provare da lontano, il suo tiro sorvola l’incrocio. Al 20′ e’ il turno di Onofaro: l’attaccante biancazzurro pero’ dal limite calcia centrale. Il primo tempo e’ a senso unico, i biancazzurri fanno la partita, i cefaludesi stanno a guardare. Al 45′ Onofaro lanciato in contropiede ha la chance giusta per sbloccare il match: bravo nell’occasione il portiere Fiduccia che in uscita disperata sventa il tiro. Nella ripresa, i padroni di casa iniziano a prendere coraggio: e’ il 62′ quando il neo entrato Curcio da un paio di metri spara incredibilmente alto. Al 68′ risponde il Rocca: Onofaro, lanciato da Truglio, entrato in area scarica a lato un diagonale insidioso. Al 70′ l’episodio che cambia la gara: Marandano, entrato qualche minuto prima per Iuculano, si fa espellere per doppia ammonizione. Prima per reciproche scorrettezze e poi per fallo di mano. I padroni di casa ne approfittano subito e cosi’ al 78′ arriva la rete del vantaggio: e’ Milia a realizzare con un bel diagonale dal limite. Pochi minuti dopo, all’84′ e’ Cicero a scrivere la parola fine sulla partita: l’attaccante gialloblu’, lasciato tutto solo in area su azione d’angolo, deposita in rete di testa. Nel recupero c’e’ tempo per rimediare anche la seconda espulsione della giornata: e’ Truglio a farsi espellere per proteste. Tra sette giorni al “Micale” appuntamento con l’Equipe Palermo.  (Domenico Belvedere)

Lascia un commento

*