IL LEONE MARANDANO “GRAFFIA” LA TIGER!

MARANDANO

28/01/2012

USD ROCCA – TIGER 2-1

Tutto molto bello! Direbbe cosi’ Bruno Pizzul, commentando la partita di oggi dei biancazzurri che con una prova di carattere e di cuore, superano i “fuoriclasse” della Tiger e si avvicinano a grandi passi verso una tranquilla e meritata salvezza. Di sicuro i brolesi perdono l’occasione buona per rimanere sulla scia della Nuova Igea, scivolando con questa sconfitta a 5 punti dalla vetta, scavalcati anche dal Bagheria. Mister Vicario, orfano di Cocivera, vara un 3-4-1-2 con Mazzara e Carbonetto sulle fasce e Fazio e capitan Prestimonaco al centro. Maniaci invece, recuperato all’ultimo momento va a supportare Onofaro e Marandano. I primi minuti sono di marca giallonera, con il Rocca chiuso nella propria meta’ campo in attesa di sfruttare qualche ripartenza. Al 9′ e’ Fabrizio Bontempo con un tiro cross a colpire l’incrocio dei pali. Passano 60 secondi e la Tiger si rende ancora pericolosa: Adami con un tiro da lontano costringe Adamo in angolo. Al 17′ ancora i brolesi a creare un pericolo: Monastra si accentra partendo dalla sinistra e calcia di poco a lato. Il gol e’ nell’aria e infatti al 20′ arriva meritatamente per i brolesi: Giacomo Bontempo da calcio d’angolo mette un pallone velenoso che Torre spizzica prima di sbattere sul caprileonese Maniaci e insaccarsi. E’ 0 a 1. A questo punto i biancazzurri reagiscono¬†e al 22′ trovano il pari: Mazzara imbeccato da Maniaci sulla destra, mette un cross in mezzo che Marandano prima addomestica e poi insacca alle spalle di Caserta, facendo cosi’ 1 a 1. Il Rocca cerca di legittimare il pari e al 30′ si rende ancora pericoloso: Carbonetto dal limite dell’area piccola calcia un bolide che Caserta e’ costretto a deviare in angolo. L’ultimo sussulto di un avvincente primo tempo, lo regala Adami: e’ il 35′ quando su calcio piazzato (deviato da Adamo) scheggia la traversa. Nella ripresa il Rocca sembra piu’ in palla¬† degli avversari, almeno nei primi minuti, e cosi’ al 55′ in maniera sorprendente, trova il gol del vantaggio: Toto’ Marandano, pescato nell’area avversaria, si aggiusta la palla sul sinistro e fulmina per la seconda volta Caserta, dimostrando cosi’ di essere un cannoniere micidiale. La gioia dei tifosi e’ incontenibile e i cori per il bomber palermitano si sprecano. La Tiger che sembra accusare il colpo, pian piano invece torna a far sentire la propria pressione nella meta’ campo biancazzurra: e’ il 70′ quando Torre a centro area, calcia clamorosamente alle stelle. Per il Rocca e’ una sofferenza: al 80′ Zingales (subentrato poco prima) calcia in bocca ad Adamo da distanza ravvicinata. Al 90′ su una palla messa in mezzo da un centrocampista giallonero, si scatena una mischia a un metro dalla linea di porta che vede immolarsi prima Adamo e poi Giacobbe, costretti a difendere con le unghia e con i denti una vittoria che vale oro. Al termine, mister Vicario e’ incontenibile: “E’ stata la vittoria del cuore, del carattere e dell’organizzazione. Ce la godiamo adesso fino a martedi’, dopodiche’ penseremo alla sfida di domenica prossima alla Spadaforese”. (Domenico Belvedere)

Lascia un commento

*