Giuseppe Lombardo confermato tecnico dell’USD Rocca di Capri Leone

34018857_1576546949140806_5688281749411332096_n
Giuseppe Lombardo è stato confermato come tecnico dell’USD Rocca di Capri Leone anche per la stagione 2018/2019. L’allenatore, originario del Comune di Tortorici, dunque guiderà la formazione caprileonese per il secondo anno consecutivo, dopo aver concluso la scorsa stagione al terzo posto e dopo aver perso la semifinale playoff contro la Castelluccese.

Lombardo aveva già guidato la compagine biancoazzurra nel Campionato di Promozione 2007/2008 e la sua esperienza era proseguita a Rocca nel torneo di Eccellenza 2013/2014, quando era l’allenatore in seconda di Salvatore Bongiovanni e ricopriva anche il ruolo di tecnico della juniores, che quell’anno raggiunse una storica finale regionale.
Inoltre Giuseppe Lombardo ha anche allenato Fitalese e Torrenova e, cresciuto calcisticamente a Capo d’Orlando, è stato soprattutto una bandiera del Tortorici, prima da giocatore e poi da allenatore.
Il mister Lombardo ha voluto rilasciare qualche dichiarazione, in cui ha sottolineato tutta la sua soddisfazione per la riconferma come tecnico del Rocca e ha tracciato un bilancio della scorsa stagione: “Sono soddisfatto naturalmente della mia riconferma, la ripartenza dalla Prima Categoria non era semplice, il lavoro svolto è stato apprezzato dalla società, che ha deciso di confermarmi. Durante la stagione siamo stati parecchio sfortunati con gli infortuni soprattutto nel girone di ritorno. Gli infortuni hanno pesato sull’economia del campionato, si sono registrati infortuni a catena, in molte partite non avevamo sostituzioni. La rosa in partenza era composta da 22 elementi, ma in molte partite ci siamo presentati con 13 o 14 giocatori. La semifinale playoff contro la Castelluccese, persa 4-1, è stata assurda. Abbiamo dominato in lungo e in largo, abbiamo sprecato tantissime occasioni davanti al portiere avversario e colpito due pali. Dopo il vantaggio siamo andati vicino al raddoppio, ma dopo aver subito il pareggio la condizione fisica precaria è venuta fuori. La società ha manifestato la possibilità di fare la domanda di ripescaggio in Promozione, e se va in porto il ripescaggio potremmo disputare un campionato di livello. La squadra, per affrontare un Campionato di Promozione, andrà sicuramente rinforzata per il livello maggiore con cui ci andremo a confrontare. In linea di massima, comunque, dovremmo partire con i giocatori dello scorso anno, per la maggior parte caprileonesi, e poi andremo a puntellare la formazione con innesti mirati, in quanto il torneo di Prmozione non è semplice e molto più competitivo”.

Giuseppe Lombardo è stato confermato come tecnico dell’USD Rocca di Capri Leone anche per la stagione 2018/2019. L’allenatore, originario del Comune di Tortorici, dunque guiderà la formazione caprileonese per il secondo anno consecutivo, dopo aver concluso la scorsa stagione al terzo posto e dopo aver perso la semifinale playoff contro la Castelluccese.Lombardo aveva già guidato la compagine biancoazzurra nel Campionato di Promozione 2007/2008 e la sua esperienza era proseguita a Rocca nel torneo di Eccellenza 2013/2014, quando era l’allenatore in seconda di Salvatore Bongiovanni e ricopriva anche il ruolo di tecnico della juniores, che quell’anno raggiunse una storica finale regionale.Inoltre Giuseppe Lombardo ha anche allenato Fitalese e Torrenova e, cresciuto calcisticamente a Capo d’Orlando, è stato soprattutto una bandiera del Tortorici, prima da giocatore e poi da allenatore.Il mister Lombardo ha voluto rilasciare qualche dichiarazione, in cui ha sottolineato tutta la sua soddisfazione per la riconferma come tecnico del Rocca e ha tracciato un bilancio della scorsa stagione: “Sono soddisfatto naturalmente della mia riconferma, la ripartenza dalla Prima Categoria non era semplice, il lavoro svolto è stato apprezzato dalla società, che ha deciso di confermarmi. Durante la stagione siamo stati parecchio sfortunati con gli infortuni soprattutto nel girone di ritorno. Gli infortuni hanno pesato sull’economia del campionato, si sono registrati infortuni a catena, in molte partite non avevamo sostituzioni. La rosa in partenza era composta da 22 elementi, ma in molte partite ci siamo presentati con 13 o 14 giocatori. La semifinale playoff contro la Castelluccese, persa 4-1, è stata assurda. Abbiamo dominato in lungo e in largo, abbiamo sprecato tantissime occasioni davanti al portiere avversario e colpito due pali. Dopo il vantaggio siamo andati vicino al raddoppio, ma dopo aver subito il pareggio la condizione fisica precaria è venuta fuori. La società ha manifestato la possibilità di fare la domanda di ripescaggio in Promozione, e se va in porto il ripescaggio potremmo disputare un campionato di livello. La squadra, per affrontare un Campionato di Promozione, andrà sicuramente rinforzata per il livello maggiore con cui ci andremo a confrontare. In linea di massima, comunque, dovremmo partire con i giocatori dello scorso anno, per la maggior parte caprileonesi, e poi andremo a puntellare la formazione con innesti mirati, in quanto il torneo di Prmozione non è semplice e molto più competitivo”.

Lascia un commento

*