CICIRELLO NON PERDONA: IL ROCCA ESPUGNA TERMINI IMERESE 0-1!

CICIRELLO

REAL CALCIO – USD ROCCA 0-1

Con una prestazione generosa e dal grande carattere, il Rocca di mister Vicario, seguito come al solito dagli encomiabili supporters, supera con un “eurogol” del rientrante Cicirello la temibile Real Calcio e si lancia ufficialmente all’inseguimento del battistrada Cefalu’. Fuori causa capitan Cocivera e Fazio (entrambi squalificati), il trainer di San Basilio nell’undici iniziale deve fare anche a meno degli acciaccati Marandano e Giacobbe. Con Adamo tra i pali, la linea difensiva e’ cosi’ composta da Venezia, Curasi’ e Ingrilli’, centrocampo con Truglio, Maniaci, Smeriglia e Iuculano, in avanti, a sostegno di Onofaro e Cicirello, Zingales. La prima occasione del match la crea proprio il fantasista ex Tiger: e’ il 9′ quando dopo una bella discesa, dal limite calcia a fil di palo. I padroni di casa di certo non stanno a guardare. La formazione di mister Rio, vanta un complesso di tutto rispetto e in campo la solidita’ che li ha contraddistinti in queste prime giornate, si nota tutta. Cosi’ dal 20′ i padroni di casa prendono il sopravvento creando nel giro di un quarto d’ora tre pericoli per la porta di Adamo: al 24′ e’ Ferrante su punizione a chiamarlo all’intervento, al 28′ occorre un miracolo di Curasi’ sulla linea a sventare un tiro di Verdone e al 34′ e’ ancora Verdone a costringere il numero 1 biancazzurro a deviare in angolo. Sul finire di tempo, un’altra brutta tegola si aggiunge alla gia’ precaria situazione degli infortunati: Onofaro dopo uno scatto, e’ costretto ad abbandonare la contesa per uno stiramento. Nella ripresa, con Marandano buttato per forza di cose nella mischia, il Rocca da l’impressione di controllare e aspettare il momento giusto per la zampata vincente. Al 50′ e’ Verdone a provarci ma la sfera termina alta. Al 65′ e’ Ferrara a cercare gloria, ma la palla termina ancora fuori. Al 67′ e al 68′ e’ Marandano a farsi notare: prima con un sinistro al volo che costringe all’intervento l’estremo difensore Nicosia, dopo con un tiro a giro dal limite dell’area che sfiora il palo. Al 75′ arriva il gol dei biancazzurri: l’infaticabile Truglio dalla destra mette in mezzo, la palla prima viene spizzicata da Iuculano e poi viene raccolta da Cicirello (classe ’95) che con un movimento da consumato bomber, spalle alla porta all’altezza del dischetto, gira di sinistro sotto l’incrocio. E’ l’apoteosi. I padroni di casa si riversano nella meta’ campo caprileonese ma nemmeno la superiorita’ numerica (espulso Ingrilli’ per doppia ammonizione all’80′) riesce ad aiutarli. Con un Giacobbe in piu’ negli ultimi minuti infatti, l’area e la porta di Adamo rimangono off limits per gli attaccanti termitani che tra l’altro oggi schieravano l’ultimo acquisto Livantino (l’anno scorso 23 gol nel girone A con la maglia dello Sporting Arenella). Per Curasi’ e soci adesso, l’attenzione e’ rivolta alla gara infrasettimanale con la Ciappazzi di giorno 31 (domenica non si gioca), l’obiettivo in questo caso e’ chiaro. (Domenico Belvedere)

Lascia un commento

*