IL ROCCA CERCA TE PER UN’AREA MARKETING D’ECCELLENZA

wewantyou2

L’USD Rocca di Caprileone ha già voglia di ricominciare e lo vuole fare in modo “Eccellente”. Nella prossima stagione agonistica la società dovrà affrontare il massimo campionato regionale di Calcio e dovrà affrontare squadre dal blasone altisonante per tutta la Sicilia. I successi dello scorso anno della prima squadra e del settore giovanile hanno dato molto entusiasmo e voglia di far bene. Il piccolo paese della provincia di Messina può trovare stabile consacrazione nel campionato di Eccellenza per cui allestire una squadra competitiva sarà il compito assegnato per i prossimi mesi,  così da continuare il processo di crescita avviato negli anni. Devono ancora definirsi i gironi, ma ci saranno piazze storiche: Igea Virtus, Milazzo, Acireale, Leonzio, Giarre, Paternò e Città di Messina solo per fare qualche esempio. La struttura del “Nuovo Comunale” si presta ad ospitare grande sfide contro le più grandi squadre del girone, con un seguito di tifosi al pari di quello dellUSD Rocca di CapriLeone. Lo scorso anno tutti i media sino sono interessati alle imprese sportive della squadra, da domani la ribalta sarà superiore. Aumenteranno le responsabilità e le pressioni, ma la dirigenza è pronta a dimostrare il proprio valore nelle scelte e nell’organizzazione.Per esserci bisogna organizzarsi da adesso, essere preparati su ciò che sarà e quello che l’USD Rocca di Capri Leone rappresenta.Per tutto questo la società sta potenziando la propria area marketing e cerca nuove risorse:I candidati interessati dovranno risiedere nel territorio nebroideo, avere una esperienza, anche minima nel settore commerciale. Si prega di inviare il proprio Curriculm Vitae all’indirizzo: marketing@usdrocca.comLe selezioni si terranno a partire da lunedì 4 maggio 2015.

DANILO SAPIENZA LASCIA. LA LETTERA DI ARRIVEDERCI ALL’USD ROCCA

danilo sapienza

Finita la stagione è il momento di bilanci e di qualche arrivederci. Dirigente sempre presente ed appassionato di calcio, Danilo Sapienza lascia la società dopo la vittoria del torneo.

Continua »

LA JUNIORES SI ARRENDE ALLA CASTELBUONESE

10408001_962870297065673_1321736190988213397_n2

09/04/2015

USD ROCCA – Castelbuonese 1-2

Un cuore immenso e un pubblico “caldissimo” non sono bastati ai ragazzi di mister Buttafarro per avere la meglio sulla Castelbuonese. Dopo il 2-1 dell’andata a favore dei madoniti, resta il rammarico che per passare era necessario vincere per uno a zero. Quella di oggi è stata una gara comunque bella, combattutta e che ha regalato emozioni al centinaio di spettatori presenti al “Nuovo Comunale”. Dopo un primo tempo equilibrato, ben giocato da ent…rambe le squadre, conclusosi sullo 0-0, la gara è decollata nella ripresa. Prima è Basile su rigore a sbloccare il punteggio al 20′ e illudere i suoi. Vantaggio che dura solo 5 minuti per effetto del pareggio degli ospiti, sempre su rigore, con Speciale. Al 35′ è Aiello su punizione dal limite a scrivere la parola fine sul discorso qualificazione. Alla fine applausi per tutti, vincitori e vinti. Un grazie da parte della società va al mister e ai ragazzi per l’impegno profuso e per aver comunque regalato alla società il secondo titolo Juniores provinciale. Alla Castelbuonese, un grosso in bocca al lupo per il proseguo della manifestazione.

Continua »

NEL ROCCA C’È LA BEATA GIOVENTÙ

rocca_juniores

Vincere il campionato di Promozione con due giornate di anticipo poteva già bastare per mettere il fiocco rosso sulla stagione agonistica. L’USD Rocca di Capri Leone quest’anno ha voluto invece esagerare, raccogliendo vittorie in serie anche nelle varie categorie del settore giovanile.  Le formazioni allenate dal duo Favazzo – Cipriano hanno vinto i campionati Juniores, Giovanissimi ed Allievi. Un en plain clamoroso che si spiega con il lavoro dei tecnici e con gli sforzi della società. Un serbatoio già florido pronto a fornire alla prima squadra tanti talenti del luogo, per dare seguito ad una realtà locale, con ambizioni di successo, in campionati dispendiosi e di gran prestigio. Di questo ne abbiamo parlato con il responsabile tecnico del settore giovanile Mr. Carmelo Cipriano.

Continua »

“BENTORNATA ECCELLENZA”

fascia eccellenza face
31/03/2015
Ci risiamo. Dopo poco meno di un anno ritorniamo nel campionato di Eccellenza. Una categoria che mantiene lo stesso nome di due stagioni fa, la stessa importanza e lo stesso fascino, che per molti potrebbe sembrare la stessa cosa, ma che nella sostanza muta profondamente.

Continua »

SI CHIUDE IN FESTA

rocca festa

Capri Leone – Il giusto tributo per una stagione trionfale, palloncini e gruppo da ballo hanno esaltato le gesta dei ragazzi di Pasquale Ferrara. Al Nuovo Comunale è andata in scena il classico testa coda con due squadre che però hanno già dato in stagione con fortune opposte. Il Rocca fa di conto tra i punti conquistati in classifica e le varie statistiche, per rendere sempre più indimenticabile la stagione. Dopo la gara andranno ancora aggiornati i numeri e i record: 76 reti realizzate e tutti gli attaccanti in doppia cifra. La partita contro il Montemaggiore è poco più di un’amichevole. Al 28’ Zingales apre con un destro al volo dall’altezza del disco da rigore. Nella ripresa il Montemaggiore con Agnello al 51trova il pareggio. Sul finire di gara il Rocca accelera per portare a casa l’ennesima vittoria. Al 72’ tiro al volo di Cannavò, respinge Giglio, da otto metri ribatte in rete Triolo; all’83’  Milia insacca facile appena dentro l’area; chiude il poker, all’89’, la spettacolare girata dal limite di Zingales.  La festa può continuare.

Continua »

NON MI SONO PERSO NULLA…IO C’ERO

radio doc

Capri Leone – La regola numero uno di ogni allenatore è: non fare mai proclami. Così su quel palco di metà estate, in piazza, dirigenti e componente tecnica si sono presentati ai tifosi con l’area speranzosa di fare bene in stagione, senza essere troppo spavaldi per non trovarsi nella traiettoria di un pericoloso boomerang. C’era un gran caldo, il sole era in fase calante e buon numero di calciatori si sono il giorno dopo radunati sul manto verde del Nuovo Comunale. Poche parole, niente convenevoli da primo giorno di scuola, era l’inizio di un durissimo lavoro. Una breve corsa e poi tutti con il pallone a fare esercizi di tecnica. Durante un fondamentale ad un giocatore sfuggì il pallone e malauguratamente per lui perse del tempo a recuperalo: le grida di Pasquale Ferrara rintonarono fino alle tribune. Da qui si svela il segreto di una stagione da incorniciare, di una squadra dominatrice assoluta, una macchina da guerra costruita sugli uomini, sulla tecnica e soprattutto sul sudore. Nella è lasciato al caso e la squadra risponde. Sguardi affossati dalla fatica, muscoli indolenziti e tanta voglia di cominciare prendere a pallonate le porte avversarie. Tutti con un solo obiettivo, un animo comune, rabbia in corpo. Si parte nel segno del quattro, poi una strana battuta d’arresto, si  riprende nuovamente a vincere e poi qualche pareggio regalato qui e la. La squadra rifiata e dietro si rinforzano. Ci pensa Monastra nel fango di Castelbuono a dare lo schiaffo al campionato. E dalla tribuna Mr. Ferrara pensa, quasi, che da sopra la gara si veda meglio, dando un senso ironico ai tanti mesi di squalifica. Alla fine una scazzottata tra amici e un naso rotto serve a festeggiare un dominio assoluto, animato dai giochi d’artificio, dalle bollicine di spumante e di una promessa di amore eterno. Grazie USD Rocca di Capri Leone. Io c’ero!

IL ROCCA SI AGGIUDICA IL DERBY E TORNA NELLA SUA ECCELLENZA

rocca

Sant’Agata Militello – Giornata da cerchiare con una bella penna rossa, il Rocca chiude la pratica campionato vincendo il derby con il Città di Sant’Agata Militello. Al “Daniele Romano” il gol di Lucerelli a 10 minuti dal termine regala la gioia più grande, a conclusione di una stagione da incorniciare, per una cavalcata da dominatrice cominciata già alla prima seduta di allenamento del ritiro precampionato. La vittoria di oggi era tutta da conquistare contro una squadra imbottita da tanti ex di grande valore tecnico. La squadra di Cambria ha bisogno di punti salvezza, per Pasquale Ferrara invece c’è la voglia dei tre punti per chiudere la pratica campionato. Primi minuti vissuti su un sostanziale equilibrio con il Rocca che cerca di giocare con il fraseggio, mentre la squadra di casa cerca gli appoggi sulle corse laterali con Truglio e Iuculano, oppure prova ad azionare le leve di Marandano con i lanci verticali. E’ l’attaccane di Castelbuono a rendersi pericoloso al 5’ con una girata a lato e subito dopo Iuculano si esibisce con il pezzo da repertorio: dribbling e calcio in rete a giro, stavolta a lato. Con il passar del tempo la capolista legge meglio la gara e al primo vero affondo trova la rete con la prodezza di Nino Naro. Il centrocampista in proiezione offensiva con un gran diagonale di volo insacca sul secondo palo dove Carbonetto si distende ma non può arrivare. Esultanza smorzata per il giocatore residente proprio a Sant’Agata Militello. La partita è intensa sui due versanti d’attacco con Truglio ancora pericoloso con un diagonale alto. Dopo il riposo è il Città di Sant’Agata a sorprendere la retroguardia del Rocca con il numero di alta classe di Iuculano, che supera nello stretto due uomini ma Maisano risponde di piede sul primo palo. Al 51’ Marandano pareggia, sulla palla messa in area da fallo laterale, si avventa con una splendida girata di volo trafigge l’incolpevole portiere del Rocca. La capolista non perde il filo della gara e dopo qualche minuto, riprende a giocare con Biondo impressionante sulla corsia di destra.  Aumenta i giri del motore e comincia a creare buone occasioni con Monastra e Cannavò, con la difesa di casa che si salva sempre con maggiore affanno. Miano subisce un colpo fortuito da Marandano, per lui rottura del naso. Al poso del difensore entra Mattia Protopapa.  Mento coglie il palo esterno con un colpo di testa ravvicinato. Il gol campionato arriva al 76’ quando Cannavò fa il funambulo in area di rigore, sul cross basso si accende una mischia risolta a porta sguarnita dal fantasista. Tifo alle stelle per i supporters del Rocca dietro la porta, in visibilio per un obiettivo distante adesso pochi minuti.  Il finale è da censurare, dopo un battibecco tra Naro e Regina si accende un parapiglia incredibile tra i giocatori: inspiegabile, da condannare. Naro è espulso ma sarebbero in tanti a dover abbandonare il campo. Un finale che stride con la festa che può cominciare per i tifosi del Rocca. L’arbitro Iannello chiude la contesa. Il domani del Rocca si chiama Eccellenza

Continua »

#tuttiasantagata

941964_4946128012451_369137040_n[1]

20/03/2015

Turno di campionato numero ventotto e USD Rocca che sara’ di scena al “Daniele Romano” di S.Agata per cercare di chiudere definitivamente il discorso “promozione”. Ad attendere Zingales e compagni ci sara’ un ambiente “caldo” e che cerca quei punti necessari per mettersi al riparo da pericoli dell’ultima ora che potrebbero riguardarla. Al momento i santagatesi hanno comunque un margine di 5 punti sulla griglia play out e i numerosi scontri diretti le infondono una relativa tranquillita’. La squadra di mister Cambria e’ sicuramente una lontana parente di quella vista al “Nuovo Comunale” e quello che subito balza agli occhi e’ il fatto che in campo rivedremo tanti ex, a partire da quel Toto’ Marandano che due stagioni fa ci trascino’ in Eccellenza a suon di gol, passando da Smeriglia che realizzo’ il rigore decisivo in quel di Bagheria. Saranno quindi tante le emozioni che si mischieranno nelle menti dei sostenitori biancoazzurri per quello che si spera sia un appuntamento storico. Arbitra il sig. Iannello di Messina. Diretta come sempre su Radio Doc a partire dalle 14.50.

CHI PERDE LA FACCIA?

calcio

Non è calcio, non è plausibile raccontare episodi e scenari intimidatori per una partita di calcio. E’ successo oggi prima e durante la gara valida per i quarti di finale di Coppa Italia nel centro Universitario contro il CUS Palermo. Si racconta di pressione verbale e fisica,  di attacchi  verso il tecnico Mr. Ferrara e il calciatore Lucarelli. Un clima di terrore e quasi irreale creato per vincere con tutti i mezzi, anche illeciti, la partita di ritorno; per acquisire una qualificazione difficile da conquistare sul campo in modo leale.  Il Rocca di Capri Leone perde per 4 – 0 e lascia la Coppa Italia. E’ solo un particolare insignificante davanti ad una pagina triste, che non sfiora alcun principio sportivo. L’USD Rocca di Capri Leone torna a casa scortata da 25 poliziotti, abbandonando un clima da guerrafondai. E’ stato impedito di riprendere la partita con le telecamere per non lasciare testimonianza dei fatti sul campo e soprattutto fuori. Capita ancora questo, purtroppo. Chi perde la faccia?