Rocca torna a sorridere, scacco al Real

dav

Caprileone –  Se è vera gloria si saprà dalle prossime partite. Il dato di oggi fa ben sperare e finalmente rompe un digiuno di settimane. Il Rocca emerge dalle ceneri battendo il Real Avola per 3-0, con merito grazie anche a una serie di accorgimenti tattici, di cui ne hanno beneficiato proprio i giocatori più discussi. Gli uomini di Palmeri hanno dato prova di carattere e voglia di riscatto. Una vittoria, la prima tra le mura amiche, che non deve essere un abbaglio, la società sa bene cosa serve ormai a mercato aperto. Deludente il Real Avola apparso poco incisivo proprio li davanti, su cui pesa probabilmente il rigore non realizzato da Frittita in apertura di gara, quando il risultato era ancora di parità.

Continua »

MOVIMENTI DI MERCATO, CARRELLO E VALENTI IN USCITA

stemma rocca

Caprileone –  Primi movimenti di mercato in casa biancoazzurra. La società Usd Rocca di Caprileone comunica che i calciatori Ninni Carrello e Mario Valenti non faranno più parte dell’organico a disposizione di Mr Palmeri. L’attaccante Ninni Carrello, da qualche settimana non rientra nei piani della società, per cui anche per volontà del giocatore rientrerà alla Folgore Cartese, squadra che ne detiene il cartellino. Il centrocampista Mario Valenti torna all’Igea Virtus. Per entrambi i giocatori si profila la possibilità di continuare a giocare in Eccellenza e Promozione, in quanto girati nuovamente in prestito dalle rispettive squadre di appartenenza.

Continua »

L’ANGOLO DEL MISTER “Momento difficile, ma possiamo uscirne”

palmeri

Caprileone – Un periodo difficile, tra i più complicati della più recente storia del Rocca. Un filotto di sconfitte duro da digerire anche per i più navigati nel mondo del pallone. Malumori, momenti di scoramento e di profonde riflessioni diventano la leva che spinge già al prossimo impegno, senza avere il tempo di leccarsi le ferite. Meglio dunque scendere in campo, giocare e lottare pur con il peso addosso di una situazione mentale che solitamente appesantisce anche le gambe. Ne parliamo con Mister Palmeri.

Continua »

LA MALEDIZIONE CONTINUA, ROCCA SEMPRE PIU’ GIU

rocca rosolini

Caprileone – Una notte che sembra non finire mai. E’ sempre la stessa trama, il Rocca gioca, lotta, ci mette orgoglio ma alla fine perde. Così la striscia nerissima si allunga a cinque partite con lo stesso finale cupo. Il refrend è lo stesso anche contro il Città di Rosolini, che con un cinismo impietoso batte cassa grazie a due conclusioni, entrambe baciate dal palo, che fanno la somma di tre punti in classifica. Mr Palmeri non convoca Ninni Carrello per motivi disciplinari e punta tutto su Ceraolo e Materia, quest’ultimo  ancora a secco di segnature in questo campionato. Comincia già male la partita del Rocca. Al 5’ l’attaccante del Rosolini Andrea Germano, lanciato sul filo del fuorigioco, entra in area di rigore e fredda Paterniti con un preciso diagonale, che tocca il palo prima di depositarsi in fondo al sacco. Doccia fredda per i padroni di casa costretti subito a rincorrere. Cinque minuti dopo Ceraolo ha la palla del pareggio immediato, ma la conclusione ravvicinata è da dimenticare. Tanta buona volontà poca però, come al solito, la lucidità  nell’affondare. Al 25′ Raveduto dal limite non trova la porta, unica soluzione biancoazzurra provata in un andamento di gara, senza il necessario mordente per recuperare il punteggio sfavorevole. Alla mezz’ora i padroni di casa protestano per un contatto dubbio in area di rigore su Ceraolo,  sul quale l’arbitro sorvola. Poco dopo Fantino  crossa in mezzo, la traiettoria perfida è smanacciata da Fornoni, che replica l’intervento successivamente su Matera da posizione defilata. Il Rocca adesso attacca a testa bassa e finalmente schiaccia l’avversario  nella propria area di rigore. Da una bella triangolazione con Ceraolo, arriva al 43’ il meritato pareggio di Cerniglia,  che con un preciso  diagonale segna un gol di pregevole fattura. Per il centrocampista si tratta del suo primo gol stagionale; molto importante per rientrare  negli spogliatoi con animo rinvigorito anche dal buon finale di frazione di gioco. La ripresa si gioca su un sostanziale equilibrio,  fino al 65′ quando l’azione del Rocca diventa tambureggiante davanti la porta del Rosolini. Viscuso ha per due volte la possibilità  di battere a rete in mischia, ma l’ occasione più ghiotta è sui piedi di Ceraolo che indisturbato spara alto da posizione molto favorevole. La beffa arriva due minuti dopo quando Meluzzo, entrato nella ripresa, lanciato in corridoio supera Paterniti in uscita.  Sembra una maledizione senza fine. Al 72′ si fa notte fonda, Gatto commette fallo su Di Dio, per l’arbitro è giallo, il secondo che vale il cartellino rosso. Il Rocca resta in dieci uomini. Per i ragazzi di Palmeri si fa dura, ci mettono la forza dei nervi tesi, ma troppo poco contro una parabola discendente inarrestabile e sfortunata. Qualche mischia in area di rigore ma nulla di più. La classifica si fa sempre più preoccupante. Si spera di invertire la rotta con il mercato di riparazione, prima che sia troppo tardi.

Continua »

NINNI CARRELLO MESSO FUORI ROSA

carrello

Caprileone – La dirigenza dell’USD Rocca di Caprileone, di comune accordo con l’allenatore Francesco Palmeri, ha deciso di mettere fuori rosa il calciatore Ninni Carrello per motivi disciplinari. Il ragazzo attualmente di proprietà della Folgore Caratese, militante nel campionato di serie D girone A, è arrivato in prestito a vestire la casacca biancozzarrura alla vigilia dell’inizio del torneo. L’attaccante ha in modo arbitrario disertato gli ultimi allenamenti, senza mai fornire adeguate giustificazioni alle reiterate assenze. Pertanto non sarà convocato per la prossima partita in casa contro il Città di Rosolini.

CUORE E ORDINE TATTICO NON BASTA AL ROCCA, L’ACIREALE SI IMPONE PER 2-0

hdr

Caprileone- Non ha fatto sfaceli l’Acireale, ma tanto à bastato per battere il Rocca al Nuovo Comunale. Ci si poteva aspettare di più dagli ospiti dal punti di vista del gioco, considerando uomini e dovario in campo. Poco importa alla formazione granata, il cui obiettivo della promozione passa anche attraverso prestazioni poco convincenti ma positive nel risultato. Il pronostico ad inizio gara è  tutto dalla parte acese, per il blasone e per il tasso tecnico dei tanti ottimi giocatori granata. Tra gli altri l’indimenticato bomber Santo Biondo, a cui si aggiunge anche il difensore Davide Pattinato, per qualche settimana in orbita bianco azzuarra ad inizio della scorsa stagione.  La prima azione della gara è di segno acese con il colpo di testa di Contino respinto da Paterniti. E’ il portiere del Rocca il giocatore più impegnato ad inizio partita: si deve distendere sul calcio da fuori di Cocimano e sulla punizione di D’Agosta, sventato con tuffo plastico in corner. Il nuovo assetto del Rocca, con Galati avanzato in cabina di regia, comincia a produrre qualche risultato dopo la sfuriata iniziale acese. L’Acireale non punge più come nei primi minuti. La formazione di Palmeri riesce prima ad imbrigliare il gioco e poi riesce a ripartire sulle corsie esterne, specie con Perlaza ispirato nei duelli diretti. Al 26′ giunge lo squillo di Matera, che in semirovesciata spedisce la sfera sulla di poco alto la traversa. Al 36′ è annullato il gol di Santo Biondo, abile a correggere in rete la spizzata del compagno di squadra in area di rigore, ma l’attaccante era in evidente posizione irregolare. L’attaccante ha poi l’occasione del gol, si trova da solo davanti a Paterniti, lo supera ma Raveduto, appostato al centro della porta, protegge il pareggio, mettendo in calcio d’angolo. Il gol è  però nell’aria, Fuscello in zona centrale calcia in porta, sulla ribattuta è lo stesso centrocampista a segnare con un preciso esterno. Vantaggio dell’Acireale ad un minuto dalla conclusione della prima frazione. La ripresa si apre con una incursione ospite sulla sinistra, il traversone è messo in angolo da Galati in ripiegamento. Poi è Matera colpisce di testa da centro area, la palla è fuori di poco. Nell’azione successiva è ancora il Rocca a farsi pericoloso con Natale Gatto, che dal limite calcia sul secondo palo, impegnando Ferla nella deviazione in tuffo. Al 63′ bella triangolazione sulla destra tra Raveduto e Matera che libera poi Tuccio al traversone, sulla palla arriva Ceraolo la cui conclusione è troppo debole per impensierire Ferla. Al 70′ Palmeri inserisce Cerniglia per Matera e si affida ad un attacco super leggero con Ceraolo, Perlaza e Valenti. Al 77′ il centrocampista appena entrato prova la conclusione che si spegne a fil di palo. Al ’80 l’ Acireale, si ricorda di essere una grande squadra e con un contropiede perfetto chiude a rete con Contino, che concretizza l’assist di Piyuka. Partita chiusa anche se Gatto prova a riaprirla con una punizione che sfiora l’incrocio dei pali. Il Rocca come sempre ci ha messo tutto, ma troppo evanescente e poco determinato nelle conclusioni, non ha potuto evitare una sconfitta che l’Acireale si è dovuta guadagnare sul campo. Si ritorna al Comunale domenica prossima contro un più alla portata Città di Rosolini

Continua »

L’ANGOLO DEL MISTER Dopo la sconfitta del derby la squadra si è guardata negli occhi, è ancora viva

foto rocca

Caprileone -  La squadra si è guardata negli occhi e tutti i giocatori sono convinti di poter cambiare la rotta di una nave, che al momento si trova sotto la linea di galleggiamento. La società è vicina al tecnico e ai suoi giocatori, perché è tempo di stringersi attorno e lavorare a testa bassa, per risalire la china e dare risposta sul campo contro gli avversari e i malumori di questo periodo. Sentiamo Mister Palmeri.

Continua »

L’EX CICIRELLO MATTATORE, ROCCA SCONFITTO NEL DERBY

citt - rocca

Sant’agata Militello -  Non è da questa partite che deve e può arrivare la salvezza per il Rocca, eppure nel derby è sempre possibile attendersi una sorpresa. Così non è stato ed il testa- coda finisce come da pronostico a favore dei padroni di casa, che riscattano bene il capitombolo di sette giorni fa. Tanti ex in campo a partire da Pasquale Ferrara sulla panchina del Città, che non fa sconti e porta a casa altri punti importanti per una ottima classifica. In casa Rocca come troppo spesso accade, apprezzamenti per una prestazione punita però da una maggiore lucidità sotto porta degli avversari. Davanti a circa 500 spettatori al “Fresina” si osserva un minuto di silenzio per la scomparsa del padre del dott. Prantera e per la scomparsa in settimana anche di Sasà Brogna, avvocato e indimenticabile campione di basket.

Continua »

USD ROCCA E NEW EAGLES GETTANO LE BASI PER UN FUTURO INSIEME

accoro rocca

CapriLeone –  Da ieri, USD Rocca di Capri Leone e FCD New Eagles sono più vicine. Alla presenza di Francesco Drago, socio fondatore della società originaria di Galati Mamertino che si occupa esclusivamente di settore giovanile, e i responsabili del marketing del club caprileonese, Domenico Belvedere e Cristian Mustica, si sono gettate idealmente le basi per una fattiva collaborazione tra le due realtà  che ormai da qualche stagione operano nella stessa struttura, ovvero il “Nuovo Comunale”. “E’ stato un incontro sicuramente pieno di spunti e da cui nascerà qualcosa di importante nei prossimi mesi”- esordisce Cristian Mustica – “Si tratta di una collaborazione a 360° tra una società ormai al top nell’ambito del settore giovanile, con una serie di tecnici preparati in costante aggiornamento e una società come la nostra che spera di attingere il più possibile dal territorio di cui ne fa parte”. Gli fa eco Domenico Belvedere: “Fino a un paio di stagioni fa, e cioè fin quando molti di noi dirigenti avevamo parecchio tempo a disposizione, il nostro settore giovanile si e’ sempre distinto per i risultati ottenuti. Adesso le cose sono cambiate ed era necessario allacciare una collaborazione con una società come quella rappresentata da Ciccio Drago che non ha certamente bisogno di presentazioni ed e’ in costante crescita. Il nostro obiettivo e’ quello di far arrivare alla Prima Squadra, calciatori già pronti dal punto di vista fisico, tecnico e psicologico per affrontare un campionato importante come quello di Eccellenza che cercheremo di difendere con tutte le nostre forze”. L’accordo tra i club non influisce minimamente sulla gestione, con i caprileonesi che continueranno a curare la propria Scuola Calcio fino agli Esordienti a 5 in modo autonomo e la New Eagles che continuerà a svolgere le proprie attività come fatto fino ad ora. “Sono molto lusingato ed e’ stato senza dubbio molto piacevole poter allacciare un rapporto di collaborazione con l’USD Rocca di Capri Leone” – dice Francesco Drago – “Questo aumenta la nostra consapevolezza sul fatto che siamo diventati ormai un riferimento nel territorio in cui operiamo. Il nostro obiettivo primario e’ quello di educare i ragazzi affinché crescano in modo sano e nel rispetto delle regole, nello sport come nella vita. La collaborazione con la società Rocca di Capri Leone e’ un motivo di vanto per noi perché rappresenta e rappresenterà un punto di riferimento importante per noi che lavoriamo solo con i giovani”

ROCCA TRAVOLTO DALL’ARBITRO E POI DAL GIARRE. Pesanti contestazioni a fine gara per decisioni incomprensibili

dav

Caprileone -  Un arbitraggio scarso. E’ il giudizio comune di tutti coloro che hanno assistito alla partita Rocca-Giarre. A frane le spese sono i padroni di casa, vittime di una pochezza che non ammette giustificazione e che mortifica il duro lavoro settimanale. Un primo tempo giocato in modo brillante del Rocca è vanificato già sul finale di frazione da Pantaleo della sez. di Marsala, che con una serie di decisioni al limite dell’assurdo segna una gara sin lì ben giocata dal Rocca. Il Giarre senza grande gioco, ne colpe al dire il vero, ringrazia e si porta a casa tre punti importanti per la propria classifica. La posta in palio oggi altissima sfugge proprio nella domenica che per lunghi tratti sembrava finalmente assicurarsi nella cassaforte del Rocca.

Continua »