IL ROCCA SBATTE SUL PORTIERE, CON IL CUS E’ PARI

rocca - cus

Il pareggio tra Rocca e Cus Palermo fa bene solamente al Castelbuono  che accorcia il distacco dalla capolista. Una gara intensa, ricca di spunti di cronaca e di belle giocate tra due  formazioni che hanno battagliato a viso aperto. Alla fine il Rocca si deve accontentare dell’1-1, subendo il pari del Cus Palermo proprio quando sembrava maturo il gol del raddoppio. Mr Ferrara ha ritrovato il sapore della panchina, dopo aver scontato la lunga squalifica. Il tecnico schiera da subito Bella a centrocampo , mentre l’altro neo acquisto Zingales parte dalla panchina. Trascorrono appena cinque minuti che i padroni di casa si portano in vantaggio. Bella serve centralmente Giovanni Milia, che in area di rigore si mantiene lucido e mette con tocco morbido alle spalle di Romano. Ottima intuizione del centrocampista e Milia che la trasforma l’assist in una rete di pregevole fattura. Il Cus Palermo risponde immediatamente con il controllo dalla trequarti di Lentini, che scarica poi un gran sinistro sulla base esterna del palo. Per il Rocca è ancora Milia a rendersi pericoloso, con il cross che tocca la parte alta della traversa.  L’attaccante cerca di sfruttare l’ottimo inizio di partita con il calcio dal limite dell’area di rigore, fuori di un soffio. Al 13’ Ferrara per il Cus Palermo trova il gol del pari, ma la bandierina alzata per fuorigioco del guardalinee Vasques nega la gioia all’esperto numero nove. Dopo la mezz’ora le occasioni di sprecano da una parte e dall’altra per Mariano Russo, colpo di testa di poco fuori, e per Daniele Russo che calcia forte un diagonale che trova l’opposizione di pugni di Caserta.  Triolo gira in acrobazia il corner dalla sinistra, il portiere del Cus Palermo si supera con un tuffo felino sulla sua sinistra. Sorte avversa poi per le conclusioni di Vassallo per il Cus Palermo e per Cannavò  troppo frettoloso nel tiro a pochi passi dal portiere ospite. La partita vive di emozioni continue sino all’intervallo. La ripresa scende un po’ nei ritmi, forsennati nella prima frazione. Naro ci prova con un gran diagonale, appena fuori. La tattica è più accorta, il Rocca non rischia nulla grazie ad un maggiore possesso palla. I palermitani non arrivano più dentro l’area di rigore e si devono affidare solo ai tentativi da lontano di Vassallo, pericoloso anche in un’azione caparbia risolta alla fine dall’intervento di Mariano Russo a porta sguarnita. Al 75’ Monastra crossa basso per Biondo sul primo palo, sembra gol, ma Romano è ancora di parere opposto. Il Rocca vuole chiudere la partita e colleziona corner in serie, sui quali ancora Romano si erge a portiere insuperabile. Quando il gol del Rocca sembrava ormai una questione di attimi, un regalo della  difesa permette a Lentini di esibirsi nel pallonetto vincente, con Caserta fuori dai pali. Il forcing del Rocca per riacciuffare la vittoria non produce nulla di concreto. La squadra di Mr. Ferrara doveva chiudere la partita nel momento di maggiore pressione ed invece il calcio ancora una volta da seguito ad una della tante regole non scritte.

Continua »

Torna Andrea Zingales, parte Simone Smeriglia

andrea

C’è un gradito ritorno in casa Usd Rocca di Caprileone. Dopo la parentesi con la Mamertina, Andrea Zingales  vestirà nuovamente la maglia bianco azzurra. L’ indiscutibile talento del centrocampista, svincolato, sarà a disposizione del tecnico Ferrara già da domenica nella delicata sfida da alta classifica contro il Cus Palermo. Andrea Zingales, in questo primo scorcio di stagione, ha giocato da prima punta con ottimi risultati. Con 10 reti totalizzati è il miglior marcatore del girone di Promozione. Con il Rocca ha già disputato 5 campionati di Promozione e uno di Eccellenza con otto reti realizzati  Un elemento di grande forza da impiegare in fase avanzata, senza limiti di ruolo. Un bel ritorno, per un giocatore che sarà molto utile anche per imprevedibilità in zona gol.

Continua »

L’AVVERSARIO: CUS PALERMO

10711102_790400080999018_8225924326959778462_n[1]

Per la sedicesima giornata di un campionato di Promozione che si qui ci ha regalato parecchie emozioni, i biancoazzurri di mister Ferrara, al “Nuovo Comunale” di Rocca di Capri Leone ospitano il Cus Palermo per la prima giornata di ritorno (domenica, ore 15). La formazione universitaria, affrontata alla prima di campionato e battuta 4 a 2 a domicilio, sara’ anche l’avversaria designata per i quarti di finale di Coppa Italia. La squadra palermitana, ben allenata da mister Marco Aprile, dopo essere partita a rilento, nella seconda meta’ del girone di andata ha ingranato la marcia giusta, portandosi al terzo posto a meno 7 dalla vetta. Per i cussini, che possono contare sulle prestazioni di calciatori importanti come Giancarlo Ferrara (ex Palermo), Di Franco, Vassallo e altri, al momento, 31 punti in classifica con 28 reti realizzate e 15 subite, frutto di 10 vittorie, 1 pareggio e 4 sconfitte. Sicuramente sara’ una bella sfida.

Il ROCCA RITIRA LA MAGLIA NUMERO 4

maglia 4

Il capitano Alessandro Giacobbe lascia il Rocca ma il legame resta indissolubile. La società all’unanimità ha deciso si ritirare la maglia n. 4, per tanti anni indossata dal giocatore simbolo della squadra. Con lui 16 anni di passione condivisa, di successi, di quattro promozioni, di lacrime e orgoglio. Un gesto voluto fortemente a testimonianza che il passato non si cancella con un semplice colpo di spugna. Quando il legame calcistico supera il confine del rettangolo di gioco, si esalta nel rispetto per le grandi qualità umane. La società ringrazia l’uomo Alessandro Giacobbe per l’esempio di sportività e attaccamento alla maglia bianco azzurra. Quella maglia che non scenderà più in campo con il numero 4, ma che resterà indossata nel cuore di tutti coloro che tiferanno sempre per lui, ovunque andrà a giocare.

PARTE GIACOBBE, ARRIVA BELLA

giacobbe

Si apre la finestra di mercato con partenze e arrivi in casa USD Rocca di Capri Leone. La Società comunica di avere sciolto consensualmente il rapporto per la stagione in corso con Alessandro Giacobbe. Il capitano ha chiesto l’opportunità di giocare con più continuità. La società, comprendendo le esigenze del giocatore, gli ha permesso di trovare ulteriori stimoli in altre compagini. Una partenza dolorosa, in considerazione del valore tecnico e le qualità umane del giocatore, che lo ha reso per anni il capitano indiscusso della squadra. A lui vanno i più sinceri ringraziamenti e gli auguri per i prossimi impegni sportivi.

Continua »

IL ROCCA SI RIPETE NEI MINUTI FINALI

rocca cefalu

Capri Leone – L’USD Rocca di Capri Leone ripete il punteggio e la vittoria di sette giorni fa. Contro il Cefalù è ancora 3-2 al termine di una gara vissuta tra forti emozioni e situazioni intercambiabili. La partita si apre e si chiude nel nome di Lucarelli. Il fantasista è stato premiato prima del calcio d’inizio dall’Assessore Corviseri e dal Sindaco per aver tenuto alto il nome del paese grazie al gol da metà campo siglato contro il Città di Sant’Agata. A fine partita con un tiro velenoso sempre lui regala i tre punti al Rocca. Nel mezzo anche tre punizioni che fanno male ai portieri. La partita si sblocca con il gol del giovane Riccardo Perdichizzi. Al 10’ Triolo si fa spazio sulla sinistra, la palla giunge in area di rigore dove il centrocampista del Rocca è caparbio nel vincere il rimpallo su Bertolino e freddo a battere di giustezza Tarantino. Il Cefalù calcio tiene bene il campo, non cambia registro di gioco, ma si rende pericoloso con Fazio e Insinna lanciati bene sulle corsie. Alla mezz’ora Tonino Mento realizza il raddoppio con una punizione messa in rete con fortuna e furbizia. Due giri di orologio e sempre su punizione il Cefalù riapre la partita con Ceraolo. Il centrocampista calcia bene dal limite la palla che lascia immobile Maisano. Nella ripresa Lucarelli ci prova da lontano ma è l’attaccante Tomaselli a provarci seriamente, con un calcio da fuori area, su cui Maisano si oppone con i pugni. La gara è spigolosa, i giocatori si sfidano sul filo dei nervi. Al 71’ D’Amico calcia la terza punizione vincente della partita, la palla sotto la traversa si infila in rete, lasciando di sasso Maisano e Mento appostato sul palo. Mr. Ferrara opera i cambi in attacco con l’inserimento di Cannavò e Protopapa. Il Rocca spinge, inserisce un’altra marcia, e spinge con tutte le forze alla ricerca del vantaggio che arriva a sei minuti dalla fine. Lucarelli controlla la palla al limite e lascia partita un tiro secco che, complice il rimbalzo della palla davanti al portiere, aggiorna il tabellino sul 3-2. Finisce così il girone d’andata che i bianco azzurri hanno dominato.

Continua »

L’AVVERSARIO: CEFALU’

603550_258292670947598_1107660218_n[1]

12/12/2014

Per la quindicesima giornata del campionato di Promozione, al “Nuovo Comunale” di Rocca va in scena quella che probabilmente ad inizio stagione era vista come la sfida tra le maggiori pretendenti al salto in Eccellenza. La squadra di mister Pino Minutella, dopo un avvio brillante, nelle ultime giornate ha rallentato notevolmente il passo, lasciandosi scappare il Rocca a 8 punti, scivolando addirittura al quarto posto in graduatoria. Il rullino di marcia dei cefaludesi, riporta 7 vittorie, 6 pareggi e 1 sola sconfitta (questo fa capire quanto sia solida la formazione gialloblu’), con 23 reti all’attivo e 10 al passivo. Nella sessione di calciomercato in corso, e’ andato via il centrocampista Paolo Villafranca (accasatosi alla Stefanese) e la societa’ sta cercando di rimpiazzarlo in tempo utile per la sfida a Rocca. Capitan Villafranca, e’ stato uno dei protagonisti delle piu’ belle sfide tra i biancoazzurri e il Cefalu’ che si giocavano la promozione in Eccellenza, non vederlo in campo domenica sicuramente e’ un peccato. La gara, che come di consueto verra’ trasmessa in diretta da RadioDoc, e’ affidata al sig. Figuccia della sezione d Marsala.

ALL’ULTIMO SECONDO CI PENSA MILIA, BATTUTO IL MONTEMAGGIORE

Milia01

Cerda – Non ha mezze misure il Rocca di Caprileone. Vince ancora per 2-3 con il gol di Milia nei secondi finali di recupero, con una staffilata da venti metri di Giovanni Milia. Se Lucarelli sette giorni fa ci ha provato con successo a tre secondi dall’inizio, l’attaccante di Santo Stefano di Camastra ci ha pensato a tre secondi dalla fine della partita. Prima del felice epilogo una partita ricca di emozioni, per bravura anche del Montemaggiore che non voleva saperne di recitare il ruolo della vittima sacrificale. Il primo acuto infatti è di Vegna, che dopo quattro minuti sfrutta un suggerimento dalla destra. Per lui l’appoggio comodo che batte Caserta, senza difese. Il gol subito non scuote la capolista che centralmente non riesce a prendere le misure a Vegna e Montalbano, che lanciati dalle retrovie mettono a disagio Russo e Miano. Un Rocca un pò arruffone tenta di scardinare la densità degli uomini creata davanti a Giglio. Il quadro tattico per Mr. Ferrara si complica per la chiusura ermetica, studiata senza troppa genialità, ma senza dubbio molto concreta. Per fortuna la  chiave della serratura la trova Triolo dopo 10 minuti che nel traffico in area di rigore mette la palla in rete. Per il Montemaggiore pare non cambiare nulla, tutti dietro la palla e lancio lungo per Vegna. Alla mezz’ora l’attaccante lanciato a rete, sfugge ancora dalla linea difensiva e viene fermato con le cattive da Caserta fuori dall’area di rigore. L’attaccante era lanciato sull’esterno, per cui l’arbitro non la considera chiara azione da rete. Per il portiere c’è solo il cartellino giallo. Il primo tempo si chiude con il colpo di testa di Protopapa, salvato dal difensore a portiere quasi battuto.

Continua »

IL RITORNO DI GIANLUCA GALATI

galati

Torna di nuovo a vestire la maglia bianco azzurra Gianluca Galati. Il difensore, nonostante la retrocessione della scorsa stagione, era stato tra i più positivi, tanto da meritare il passaggio al Due Torri in serie D. E’ un difensore moderno, sa abbinare prestanza fisica a buona tecnica individuale. Ha accelerato in breve il processo di maturazione, per cui l’USD Rocca di Capri Leone è molto soddisfatto del ritorno in organico di un giocatore che darà il suo prezioso contributo nel reparto difensivo. Sono felice di questo ritorno – afferma Gianluca Galati – la squadra sta viaggiando molto bene e spero di raggiungere un obiettivo importante e restituire al paese il campionato di Eccellenza. Volevo giocare con più continuità. Nel Rocca ci sono già bravi calciatori, sarà un piacere giocare con loro.

VISITA AL MONTEMAGGIORE

montemaggiore

Per la quattordicesima giornata del campionato di Promozione, un sempre piu’ lanciatissimo Rocca rende visita al Montemaggiore. Ad ospitare l’incontro dei madoniti, in programma sabato alle 14,30, cosi’ come ormai avviene da qualche stagione, sara’ il Comunale di Cerda. La formazione di mister Schillaci, che al momento occupa la penultima posizione in graduatoria, e’ una squadra giovane che purtroppo per ottenere la salvezza in questo campionato dovra’ sudare piu’ del previsto. Non per questo comunque bisogna fidarsi, lo sanno bene Russo e soci che gia’ con la Ciappazzi hanno capito che non esistono gare dall’esito scontato. Per la squadra palermitana la classifica recita 6 punti con una vittoria, tre pareggi e nove sconfitte, con 7 reti all’attivo e 23 al passivo. Per la gara di Cerda, mister Ferrara conta di recuperare Mento, tenuto a riposo contro il S.Agata, e spera di riavere Giacobbe al 100 %. Per il resto tutti a disposizione. La gara, che come di consueto sara’ seguita in diretta da Radio Doc a partire dalle 14,20 attraverso la voce di Simone Fogliani, sara’ diretta dal sig Pietro Cumbo di Agrigento