Calato il tris al Castelbuono 1975

biondo

Una vittoria che può pesare molto sull’ andamento generale del torneo. Il Rocca davanti ad un avversario forte e motivato, vince confermando di essere per tutti le squadra da battere. Il Castelbuono 1975 ha confermato di avere un organico compatto, con buone individualità in tutti i reparti. La capolista incerotta tra infortuni e squalifiche, rischia dal primo minuto Alessandro Giacobbe che da gladiatore tiene la difesa nonostante i pochi giorni di allenamento dopo il lungo infortunio. La gara si accende al 9’ con la conclusione pericolosa di Adami che di volo non trova lo specchio della porta da buona posizione. Il brivido scrolla il Rocca che alza i ritmi di gioco cercando di sfondare soprattutto sulla catena di destra. Il Castelbuono 1975 è ordinato e non lascia spazi alla velocità del tridente d’attacco avversario, ma, con il passare del tempo, qualche crepa comincia ad intravedersi nello schermo difensivo. Al 28’ Mento con un bel taglio trova al limite Santino Biondo, che lascia rimbalzare il pallone prima di scaraventare un gran destro a fil di palo. Il portiere Tarantino si tuffa, ma non può arrivare sulla palla: Rocca in vantaggio con il migliore in campo sin qui. La squadra ospite dopo qualche minuto prova a reagire. Dragna ruba palla a Russo e si invola verso la porta, ci pensa Giacobbe a deviare in angolo. Tre minuti dopo Palazzo calcia una bella punizione dai venti metri sotto la traversa, Maisano in volo plastico sventa il pericolo. Nella ripresa i ritmi si mantengono intensi: il Catelbuono 1975 attacca con maggiore insistenza e sfiora il gol in due occasioni con Adami, Maisano si fa trovare pronto e concentrato. Per il Rocca però si aprono spazi da sfruttare con le ripartenze. Cannavò prende la misura con un tiro a giro sul secondo palo che sibila il palo alla destra di Tarantino. Sul secondo tentativo cambia angolo dal limite, dopo aver puntato l’avversario, il portiere tocca, ma non trattiene. Il Rocca raddoppia. Neanche due minuti che ci pensa Basilio Monastra a mettere i titoli di coda con il terzo gol. L’attaccante ruba palla e punta la porta, elude il tentativo disperato di recupero del difensore e batte con freddezza per la terza volta il Castelbuono 1975. Negli ultimi minuti, grazie anche a cambi operati, la squadra bianco- azzurra controlla la gara e vince mantenendo la vetta della classifica. E’ una vittoria molto importante per noi – dice Pasquale Ferrara – contro una buona squadra. Avevamo tante assenze e situazioni di emergenza. La squadra ha risposto con convinzione. Il Castelbuono è una squadra che farà strada in campionato, ecco perché questa vittoria vale più dei tre punti in palio.

SFIDA AL CASTELBUONO

FRONTE-CASTELBUONO1

Per la settima giornata del campionato di Promozione, al “Nuovo Comunale” arriva il Castelbuono 1975. Mario Russo suona la carica!!

Continua »

Arriva Max Lucarelli

lucarelli

Un altro gran colpo messo a segno all’USD Rocca di Capri Leone.  Già da domenica contro il Castelbuono 1975 sarà disponibile Massimiliano Lucarelli.  E’ un talento  calcistico di valore assoluto,  già pronto a tornare a recitare il ruolo di protagonista dopo le stagioni nel Mazzarrà, con cui si è messo in evidenza nei tornei di Eccellenza e Promozione. Cresciuto nel Promosport Barcellona, il classe 1994 è un giocatore capace di giocare in un centrocampo a tre e nel reparto d’attacco. E’ italo- argentino e in questi mesi  si è allenato in Spagna. Adesso ritorna per una nuova avventura con l’USD Rocca di Capri Leone. Sono molto contento di allenare un giocatore del talento di Massimiliano – dice Mr. Ferrara – sono certo che appena entrerà in forma campionato ci darà un contributo notevole. Domenica è già tra i convocati. Benvenuto Max!

IL VIDEO DI CALOGERO MASITTO RENDE LA SQUALIFICA PIÙ EQUA.

masitto

La squalifica inferta a Mr. Ferrara era spropositata. Il video ha convinto la Corte d’Appello Sportiva che ha ridotto il periodo di squalifica al 15 dicembre. Calogero Masitto aveva ripreso tutte le fasi messe poi a referto dall’arbitro per cui risultava evidente che, quanto scritto dal direttore di gara non poteva corrispondere al vero. Preliminarmente la Corte Sportiva di Appello Territoriale rilevava che ai sensi dell’art. 35 n° 1 comma 1.1 C.G.S. il referto dell’arbitro fa piena prova circa il comportamento di tesserati in occasione dello svolgimento delle gare e che la produzione del video è inammissibile in quanto non offre piena garanzia tecnica e documentale e peraltro non riguarda lo scambio di persona. Ciò posto, dalla lettura degli atti emerge che il Mr. Ferrara ha posto in essere un contegno offensivo e minaccioso nei confronti del direttore di gara. Tuttavia la Corte ha ritenuto di  accogliere parzialmente il proposto gravame, dovendosi rideterminare la sanzione in termini più equi, apparendo i fatti riconducibili ad un unico contesto di origine protestataria non idoneo a produrre più gravi conseguenze.

Continua »

IL ROCCA SI RIPRENDE IL PRIMATO

sant rocca

Una vittoria importante, che rimette il treno sui binari giusti. Il Rocca torna in vetta alla classifica, grazie ai tre punti incamerati sul campo della Santangiolese. La doppietta di chi non ti aspetti regala la gioia a Mr. Pasquale Ferrara ancora costretto a seguire i suoi dalla tribuna. Mariano Russo non doveva neanche scendere in campo ed invece sigla i due gol vittoria. La partita si sblocca subito,  grazie al rigore assegnato per fallo su Protopapa; dal dischetto il difensore non sbaglia. La squadra ospite, forte del vantaggio raggiunto nei minuti iniziali, controlla la gara e senza subire un tiro in porta gestisce sino all’intervallo. Nella ripresa Cannavò ha la palla per siglare il 2-0. L’appuntamento con il gol è solo rimandato perché su una palla messa in area di rigore, dopo il tocco di Cannavò, Mariano Russo di testa allunga il distacco. Il doppio giallo di Miano, porta fiducia alla Santangiolese e con l’ex Cocivera riapre la partita. La gara di colpo diventa ricca di tensione agonistica. A farne le spese è ancora un giocatore del Rocca; Milia infatti viene espulso nei minuti finali di partita. La Santangiolese spinge a testa bassa alla ricerca del 2-2, ma il Rocca da grande squadra sa soffrire senza scomporsi troppo e si porta a casa la meritata vittoria. Un grande Rocca che con umiltà e spirito di sacrificio riesce a calarsi nella parte di protagonista del girone.

OSTACOLO SANTANGIOLESE

10524558_695039267216088_2556514110516850922_n[1]

10/10/2014

Dopo la scorpacciata di reti che ha caratterizzato la settimana appena trascorsa e che ha visto i biancoazzurri avere la meglio per ben due volte contro il Sinagra, il calendario propone per domenica una trasferta sicuramente tra le piu’ impegnative. Tonino Mento e compagni infatti, per il sesto turno del campionato di Promozione saranno di scena al “Caldarera” di Sant’Angelo di Brolo per affrontare la locale compagine allenata dal bravo Francesco Palmeri. Massimo rispetto per la Santangiolese che l’anno scorso da neopromossa ha stupito tutti, partecipando ai play off. Qualche ritocco operato dal giovane direttore sportivo Federico Sidoti, sempre con un occhio al budget, e la formazione nebroidea anche in questa stagione e’ pronta a dire la propria nelle zone nobili della classifica. In estate sono arrivati calciatori importanti come Marziani, Balastro, gli ex Rocca Fabrizio Bontempo e Cocivera, che hanno alzato l’asticella a livello qualitativo nella rosa gia’ composta da ottimi giocatori tra i quali il portierone Lamonica, Gulla’ e gli attaccanti locali Tranchida e Spinella. Per la sfida di domenica, mister Ferrara non se la passa certo bene: agli assenti di lungo corso Giacobbe, Russo, Triolo e Mondello, si sono aggiunti anche Longo e Protopapa che quasi certamente dovranno rinunciare alla trasferta. Un motivo in piu’ per gli appassionati e gli ultras caprileonesi per seguire la squadra e dare quel contributo in termini di tifo che i ragazzi auspicano. Arbitrera’ la sfida il sig. De Luca di Palermo, diretta come sempre su radio Doc dalle 15.30.

CINQUE GIOVANI AGGREGATI ALLA PRIMA SQUADRA

racca

Cresce il comparto giovani dell’USD Rocca di Capri Leone. Da Tortorici arrivano prospetti  interessanti messi a disposizione di Mr. Ferrara. Si tratta di Salvatore Basile, centrocampista classe 1995, mentre i rimanenti sono tutti nati nel 1996: l’attaccante esterno Giuseppe Mazzurco, i difensori Gaetano Galbato e Marco Rocchetta. Da qualche settimana è già aggregato al gruppo il centrocampista ex Igea Virtus Riccardo Perdichizzi, che contro il Sinagra ha giocato nell’undici titolare.  Benvenuti ragazzi.

IL ROCCA IPOTECA IL PASSAGGIO DEL TURNO.

MONASTRA

Capri Leone – Nel giro di tre giorni il Rocca supera Il Sinagra nella gara valida per l’andata dei  sedicesimi di finale di Coppa Italia. Stavolta la squadra ospite dimezza i danni subiti domenica scorsa, ma torna a casa comunque con un passivo pesante.

Continua »

#ATUXTU’ CON VALERIA CASTO

valeria casto2

L’USD Rocca di Capri Leone guarda alle questioni di campo, con lo sguardo lungo di chi ha in mente un progetto di ampio respiro. Se una società calcistica vuole mantenere certi livelli e non affossare il destino solo a un gioco di bilancio, allora deve programmare il futuro sulle nuove leve. Non è detto per farne necessariamente calciatori di primo livello, di certo per dare loro un esempio di condivisione di valori positivi nel processo  formativo. Vuole essere un’ integrazione pomeridiana di ciò che viene impartito dal personale scolastico e quotidianamente dalle famiglie. Pertanto la società bianco-azzurra allunga la mano verso giovanissimi con l’aiuto di uno staff qualificato di istruttori, capace di dare sostanza alle parole con professionalità e passione per il gioco, preso ad esempio per plasmare la propria esistenza futura da spendere nel mondo dei grandi.

Continua »

IL ROCCA DEMOLISCE IL SINAGRA

naro

Grande prova di forza del Rocca contro il Sinagra; vittoria ampia nella domenica, che doveva segnare il pronto riscatto per gli uomini di Pasquale Ferrara, oggi squalificato. La gara dimostra come la sconfitta di sette giorni fa può essere archiviata come il classico incidente di percorso. Sotto la pioggia incessante la formazione di casa non nasconde le intenzioni bellicose portando il baricentro in avanti e schiacciando gli ospiti nella loro metà campo senza soluzione di continuità. Poche azioni da segnalare nei primi 20 minuti, ci prova da fuori Cannavò e Naro per il Rocca, per il Sinagra Fazio prova ad impensierire Maisano ma la conclusione è lontana dai pali. La pratica del gol per il Rocca è risolta al 26’ con Biondo che sfrutta la sponda di Cannavò in area di rigore. Occasione ancora per l’attaccante che da solo contro Musca non trova la porta, il diagonale si perde sul fondo. Al 38’ il Rocca raddoppia, sul cross dalla destra si avventa di testa ancora Biondo, Musca si supera, ma Monastra in acrobazia gonfia la rete. La prima frazione si chiude con la conclusione dal limite del giovane Perdichizzi, senza inquadrare la porta. Nella ripresa il castello difensivo del Sinagra non più riesce a fermare gli avanti del Rocca, che al 52’ si procura con Longo in calcio di rigore. Il centrocampista subisce nell’azione l’infortunio che lo estromette della partita. Dal dischetto Cannavò spiazza il portiere per il 3-0. Entra Milia che rileva Biondo, l’esterno batte cassa subito con una bella percussione centrale ed è il 4-0 al minuto ’68. Alla festa del gol partecipa anche Mattia Protopapa, che su punizione da posizione defilata porta a cinque le reti del Rocca. La formazione di casa non si ferma e complice anche l’espulsione dell’ex Margò, trova maggiori spazi. Su questi si fionda ancora Milia che con una bella corsa mette il diagonale sul secondo palo. Il 6-0 può bastare per il Rocca che poi non affonda più. Bella prova degli uomini di Ferrara contro un avversario in verità troppo rinunciatario ma oggi la squadra di casa doveva fare nuovamente la voce grossa per dissipare qualunque dubbio sulla forza della squadra di sette giorni prima.

Continua »