COMPITO SVOLTO, CINQUE RETI AL VOLITO BELPASSO La salvezza diretta si decide all’ultimo turno

matera

Caprileone – Poco più di un buon allenamento per il Rocca contro il Belpasso. La formazione di Palmeri svolge il compitino senza affanni e a dire il vero con impegno parziale.  Gli ospiti sono in disarmo ormai da tempo nel torneo, con 117 gol subiti, per cui ufficialità dell’impegno a parte, la gara si presenta perfetta dopo lo stop forzato del campionato di oltre venti giorni.  La vittoria è arrivata, pure rotonda, ma gambe e concentrazione erano forse rivolte all’ultimo turno infrasettimanale a Scordia, dove i biancoazzurri si giocano le ultime speranze per evitare i play out, ma solo in caso di vittoria alla trentesima giornata. Ingresso gratuito al “Nuovo Comunale” per avere la carica giusta e sotto la spinta dei tifosi ridurre al massimo il rischio di sottovalutare l’avversario. Dopo i primi minuti giocati a regime ridotto il Rocca spinge con continuità per sbloccare al più presto lo zero a zero iniziale. Ci provano Calabrese e Gatto in più occasioni, ma a rompere gli indugi ci pensa al 20′ Miano pronto a scaraventare in rete una corta respinta della difesa. Al 23′ Raveduto di gran carriera parte palla al piede e  dal limite indovina l’angolo lungo per il rapido raddoppio.  Cala di colpo l’intensità della partita e il Rocca permette ai giovani del Belpasso di tirare il fiato. Calabrese al 38′ converge palla al piede dalla sinistra e sempre dal limite impegna il portiere Calogero in una bella respinta in calcio d’angolo. E’ più fortunato allo scadere del primo tempo, quando con una conclusione ravvicinata sigla il 3-0, complice anche una leggera deviazione del diretto avversario. Con il risultato rassicurante, maturato nella prima frazione, Il Rocca molla la presa ed il Belpasso riesce a giocare nella metà campo avversaria. Gli ospiti con onore cercano allora di far male a Paterniti, senza al momento seguiti particolari. In una delle rare incursioni in avanti del secondo tempo il Rocca però allunga ancora, grazie alla bella conclusione di semi volo di Gatto.  Al 83′ Giummaresi riesce in spaccata a segnare il gol della bandiera aggiornando il tabellino sul 4-1. Gol meritato per i ragazzi catanesi, che fino alla fine stanno onorando il campionato. Il sipario scende definitivamente sul gol di Matera che in corridoio centrale supera il portiere, per il 5-1 finale. Adesso tutti a Scordia per dare l’ultima spinta definitiva al Rocca, che con qualche favorevole risultato dagli altri campi potrebbe festeggiare una meritata salvezza. Ci vorrà una prestazione comunque superiore rispetto a quella di oggi, davanti  al Città di Scordia che non ha più nulla da chiedere al campionato.

Continua »

L’ANGOLO DEL MISTER Palmeri: Ad Avola penalizzati da un terreno scandaloso, mercoledì dobbiamo vincere e sperare

palmeri-3

Caprileone – Sperare fino alla fine. E’ l’imperativo categorico che separa dai pensieri nefasti di giocare i play-out. Non sarebbero un dramma, ma prima di prepararci ad una eventualità possibile c’è da conquistare 6 punti nelle ultime due gare di campionato contro  Belpasso e dopo Pasqua contro il Città di Scordia.  Andiamo con ordine e parliamo con Mr. Palmeri, intanto, della inopinata sconfitta di ieri ad Avola.

Continua »

IL ROCCA NON MOLLA, BATTUTO IL SAN PIO X 1-0 Matera alla fine mette a segno la zampata vincente

hdr

Caprileone – Nella domenica più importante il Rocca si regala la gioia più bella. Vince con il gol di Federico Matera e rimane in piedi nella corsa per evitare i play out e dedica tutto al ricordo di Alessio Carcione.

Continua »

LA PRO VERCELLI MIRA ANCHE AGOSTINO MASCARI Il procuratore Marino: A Rocca ha avuto una crescita esponenziale

mascari

Caprileone –  Oltre su Simone Argentina Scaffidi, gli occhi della Pro Vercelli sono finiti anche sul giovane attaccante Agostino Mascari.  L’invito è esteso dunque al classe 1999. I ragazzi dovranno presentarsi al Centro Sportivo “Ardissone” di Vercelli per un stage organizzato da Massimo Scaglia responsabile del settore giovanile della società militante nel campionato di serie B. Data posticipata al 21 Marzo. Per tre giorni Simone e Agostino saranno sotto la guida dell’ex calciatore di militanza tra gli altri di Fiorentina, Bari, Gallipoli, Verona e Pro Vercelli. Oggi Massimo Scaglia è anche direttore sportivo FIGC. Raggiante il procuratore Marino: “Agostino Mascari ha avuto una crescita clamorosa negli ultimi tempi. Prima grazie al lavoro di Venuto al Due Torri, dove però ha collezionato in tutto 20 minuti nel torneo di serie D. Ora con Mr. Palmeri il suo livello di rendimento è ulteriormente migliorato, meritando una certa continuità di impiego”

L’ANGOLO DEL MISTER Palmeri: Ad Acireale risultato bugiardo

palmeri

Caprileone – Una partita stregata e risultato bugiardo: se proprio doveva capita meglio contro l’Acireale. E’ questa l’unica consolazione del dopo partita, per un punteggio a sfavore, apparentemente netto, ma che diluito nella cronaca del primo tempo assume contorni lontani dalla disfatta. Ne parliamo con Mr. Palmeri.

Continua »

GLI OCCHI DELLA PRO VERCELLI SUL GIOIELLO DEL ROCCA SIMONE SCAFFIDI Il procuratore Marino: A Rocca ha trovato l’ambiente ideale

SIMONE SCAFFIDI

Caprileone – Grande occasione da cogliere la volo per Simone Argentina Scaffidi. Il giovane giocatori sta disputando delle ottime prestazioni con la maglia del USD Rocca di Caprileone, tanto da richiamare l’attenzione di diversi osservatori. Tra questi anche Massimo Scaglia, responsabile del settore giovanile della Pro Vercelli, che ha ufficialmente invitato il difensore e l’attaccante ad uno stage calcistico dal 15 al 18 marzo. La società ha dato loro il consenso a partecipare, per giocarsi le loro carte e farsi conoscere in ambienti professionistici. Molto felice il loro procuratore Francesco Marino per questa bella opportunità “Questa chiamata è il risultato del buon lavoro fatto fin qui. Per il ragazzo era importante dimostrare con continuità le proprie capacità. Giocare a Rocca è stata la scelta migliore. Simone aveva già un certo credito nell’ambiente calcistico ed ha trovato a Rocca la piazza ideale per migliorare il bagaglio tecnico e esperienza. La società del Presidente Giacobbe è composta da gente disponibile e di grandi doti umane, per cui anche per me è un vero piacere collaborare con i dirigenti. Nel prossimo anno diversi calciatori classe 2000 potrebbero vestire la maglia biancoazzurra.  Anche per me Rocca rappresenta una priorità.

L’ULTMO SALUTO AD ALESSIO

alessio

Caprilone – L’USD Rocca di Caprileone si stringe alla famiglia di Alessio Carcione. Un ragazzo speciale che ha lottato per restare in vita, ma che ha dovuto arrendersi ad un destino purtroppo segnato. Quando sembrava aver superato la fase più critica, tanto da poter riabbracciare la sua squadra e vedere l’ultimo derby al Nuovo Comunale, il suo cuore non ha più resistito. Dirigente e speaker ufficiale della squadra, ha seguito per anni il settore giovanile sempre con grande entusiasmo e voglia di far bene al servizio dei più piccoli. Un animo gentile e ironico lascia i suoi amici e gli sportivi nello sconforto e nel dolore. Resterà sempre nel ricordo dei tanti sportivi che lo hanno conosciuto.  Siamo tutti sconvolti dalla brutta notizia – dice il Presidente Salvatore Giacobbe – lo abbiamo tutti abbracciati domenica e per noi tutti è stato come averlo finalmente in famiglia. Invece adesso Alessio ci ha lasciati per sempre. Un ragazzo splendido che è cresciuto con noi, ma il destino ha deciso così per lui. Lascia un vuoto incolmabile.

Continua »

MATERA NEL RECUPERO PORTA IN PARI IL DERBY L’attaccante risponde al gol di Addamo

rocca sa

Caprileone – Il gol di Federico Matera nei minuti di recupero regala al Rocca il giusto pareggio nel derby con il Città di Sant’Agata. Un punto da dividere, che forse non accontenta nessuno alla luce dei risultati conseguiti sugli altri campi, ma corretto per quanto visto in campo. Un derby dai tanti temi che vanno oltre la necessità della posta in palio per raggiungere i rispettivi obiettivi stagionali. Motivi di interesse enormi per i vari incroci e passaggi di maglia dall’ elenco interminabile, nel recente passato. Una partita tutta da vivere davanti una bella cornice di pubblico che ha riempito gli spalti in ogni ordine di posto. Assente ancora Raveduto nel Rocca e defezioni pesanti anche nel Città di Sant’Agata con le squalifiche di Mincica e Giacomo Bontempo a cui si aggiunge l’ex Longo, infortunatesi nell’allenamento di venerdi. Mr. Palmeri rinforza le corsia di sinistra con Viscuso, attento sulle incursioni di Zingales, mentre capitan Galati avanza sulla linea di centrocampo lasciando il reparto ( al doppio) ex Miano e Fantino. Formazione obbligata per Pasquale Ferrara, oggi in tribuna per squalifica. Prime schermaglie con poco gioco,le due squadre si affidano prevalentemete ai lanci lunghi. Come da copione è il Città a cercare di sbloccare la gara, cui però il Rocca, in buon ordine, chiude gli spazi per ripartire di gran corsa su fronte d’attacco. Gara intensa ma priva di grandi emozioni, fino al tiro sporco e ravvicinato di Cerniglia parato in due tempi da Scurria. Il Città risponde con una timida conclusione di Scariolo, accompagato sul fondo da Paterniti. Per il Rocca è molto attivo Federico Matera, che però è colto spesso in fuorigioco. La partita rimane povera di grandi spunti. Al 40′ Aiello a pochi passi non riesce a indovinare lo specchio della porta, che non approfitta della deviazione di testa di Scariolo che, in pratica, lo aveva liberato per battere a rete indisturbato. Il Città spinge e trova il gol sul finire di frazione con Sam Addamo, bravo a trovarsi in zona gol e di testa battere un immobile Paterniti. Sul vantaggio gli ospiti giocano meglio e con Matteo Serio rischiano di trovare subito il raddoppio, stavolta Paterniti è ottimo nell’uscita, il portiere a mano aperta chiude lo specchio della porta. Nella ripresa Il Rocca cerca di mettere il muso in avanti. Mascari trova la corsia libera, ma tergiversa troppo prima di concludere e permette a Ignazzitto di intervenire in scivolata. La partita diventa scorbutica con tante interruzioni di gioco e qualche colpo sinistro. Al 65′ Palmeri mette più centrimetri in attacco con l’ingresso di Calabrese al posto dell’ammonito Gatto. Ci prova Galati dalla distanza senza trovare lo specchio della porta. Occasione Rocca al minuto 83, su calcio d’angolo sponda per Calabrese, ma Ignazzitto è provvidenziale e salva il risultato. Sono sette i minuti di recupero e al primo di questi giunge il pari: Calabrese sulla destra buca l’area di rigore avversaria, sulla conclusione Scurria ci mette una pezza, ma è lesto Matera a ribadire in gol. Scoppia di gioia il Nuovo Comunale alla settima realizzazione del suo attaccante in campionato. Finisce in parità il derby. Buona reazione del Rocca nella ripresa su un Città di Sant’Agata che nel secondo tempo ha forse troppo presto rinunciato ad attaccare.

Continua »

L’ANGOLO DEL MISTER DOMENICA IL DERBY CON IL CITTA’ DI SANT’AGATA. Palmeri: “Rispetto all’andata abbiamo ridotto il gap tecnico, il pronostico è aperto”

PALMERI A GIARRE

Caprileone – L’interruzione della striscia di vittorie consecutive con i due stop con il Palazzolo e il Milazzo potevano indurre a pensare alla possibilità di una ricaduta negativa sulla testa dei giocatori. Invero, i ragazzi di Palmeri hanno reagito, ottenendo a Giarre una vittoria di importanza capitale, su un terreno di gioco in cui solo Palazzolo e Catania San Pio erano riuscite a conquistare l’intera posta in palio. Adesso al “Nuovo Comunale” c’è il derby con in Città di Sant’Agata. All’andata non ci fu storia, ma dal quel 5 novembre molte cose sono cambiate nel Rocca. Ne parliamo con Mister Palmeri.

Continua »

ROCCA SPRECA UNA GRANDE OCCASIONE, TRICAMO FA SOGNARE IL MILAZZO

FOTO 1

Caprileone –  Nel momento di maggiore pressione in avanti e azioni gol in serie sventati da prodezze di Ingrassia, il Rocca subisce in mischia il gol risolutore di Tricamo quasi sul finire di gara. Amara sorte per Galati e compagni che pagano l’unica vera disattenzione e la giornata perfetta dell’estremo difensore milazzese. Il Milazzo è reduce dalla bella vittoria sull’Acireale, il Rocca invece dalla sfortunata sconfitta sul quotato Palazzolo e, per questo, vuole rilanciare il proprio percorso verso il traguardo della salvezza diretta, battendo una big del campionato. Tra i locali sono assenti Viscuso per squalifica e Raveduto per infortunio. Nel Milazzo mancano D’Arrigo e Porcino. I riflettori sono accesi però sui presenti e sui tanti “ex gioielli” in casa del Rocca e Milazzo. Gli indimenticati D’Anna, Cannavò, Lucarelli da una parte e Fantino, Paterniti e Matera, oggi in maglia biancoazzurra.

Continua »